La dieta senza muco o il vegan style

0 Comments

L'altra estate sono incappata nei precetti di un certo Arnold Ehret ideatore del famoso sistema di guarigione della dieta senza muco.
Credo che il mio essere vegana sia dipeso anche da quel libro.
L'ehretismo è un vero e proprio lo stile di vita che si basa basato sull'adozione di una dieta di tipo fruttariano ovvero eliminando  i  prodotti di origine animale e industriale, che  produrrebbero il "muco".

Ehret prevede il consumo di frutta e verdura (cotta o cruda), non amidacea e principalmente a foglia verde in aggiunta enteroclismi (lavaggi interni dell'intestino) quando ritenuti necessari, e dalla pratica di digiuni brevi sistematici, o più o meno lunghi .

Il "muco" intestinale viene a formarsi in seguito ad un' alimentazione onnivora, e che egli riteneva essere la causa prima della malattia in quanto avrebbe impedito il perfetto assorbimento dei nutrienti.

Il suo sistema di alimentazione è mirato  al raggiungimento di uno stato ottimale di salute.

Cos'è il Muco

Si tratta di una sostanza prodotta nel tratto digestivo, dai cibi anti-naturali per l'uomo.Una sorta di "pasta collosa e vischiosa" che il corpo non riuscirebbe ad eliminare. Un accumulo nel corpo di questa sostanza ingenera la malattia.I prodotti non naturali sarebbero: prodotti di derivazione animale e farinacei, alimenti chimici e industriali.

Il metodo

dieta: un  cambiamento delle abitudini alimentari (esclusione graduale dei cibi elaborati con i sistemi di lavorazione industriale, delle bevande alcoliche ;

-digiuni ;

-esercizio fisico costante;

-bagni di sole e bagni d'aria.


La dieta di transizione



Gradualità.
 Diete calibrate per passare alla giusta alimentazione senza stressare l'organismo.
Contrariamente il modello d'igienismo dio Shelton,  che prevede il digiuno totale porta a crisi eliminative difficili da sopportare al limite del pericoloso se non intraprese con buon senso.
Secondo Eheret si trattava conseguentemente di un percorso piuttosto lento e graduale perché altrimenti lo scioglimento troppo rapido di muco si riverserebbe direttamente nel sangue; siccome in un digiuno il volume di vene e arterie diminuisce, il circolo sanguigno non sarebbe più in grado di eliminarlo convenientemente dai reni (cosa fattibile solo "gradualmente") intasando l'organismo do muco.

Si tratta di una sorta di igienismo alimentare molto simile all'alimentazione vegana della quale decade la scelta etica.
Personalmente sono passata dall'alimentazione vegetariana a quella vegana/crudista ma senza essere troppo rigida.Credo sempre nel buon senso e nel dover ascoltare il corpo.
Sicuramente sono convinta nella validità di ricerche che affermano che latte e derivati nuocciano ala salute e posso assicurare che i famosi surrogati sono mille volte meglio del latte vaccino per gusto.
Per quanto riguarda i digiuni trovo siano una pratica utile e salutare sempre nel rispetto della propria condizione di salute e del proprio benessere.
Ne esistono di vari tipi, c'è anche chi osserva un giorno alla settimana il digiuno per disintossicarsi in modo lieve,magari scegliendo un giorno in cui non si lavora e ci si può dedicare pienamente a se stessi.
Cambiamenti riscontrati
Da vegetariana a vegana sono dimagrita, è praticamente inevitabile.Si perde massa grassa, il corpo diventa più leggero e si viaggia su un altro equilibrio.Anche di lucidità mentale.
Esistono modi alternativi di cucinare passando al crudismo, un tipo nuovo di concepire l'alimentazione.Negli USA si chiama Raw Food, si cucina con l'essiccatore e si mangia tutto crudo.Scriverò un post a parte sul tema :)


Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo