Doppie punte,si possono curare?

0 Comments



Come si dice:"curare è bene ma prevenire è meglio"
Molti sono i fattori imputati nella formazione delle odiosissime doppie,triple etc punte.
Probabilmente i capelli sottili e lunghi sono più soggetti alle tanto odiate ma non per questo bisogna arrendersi a quello che pare l'inevitabile.

Le cause delle doppie punte sono molteplici; in parte vanno ricercate in tutti quelli agenti, meccanici e no che, compromettendo l'integrità del fusto, lo rendono più debole e quindi più facilmente sottoposto a problemi; anche i raggi ultravioletti (eccessiva esposizione, senza protezione, ai raggi solari o a lampade abbronzanti), l'inquinamento atmosferico, l'aria eccessivamente secca legata agli impianti di condizionamento, il cloro delle piscine, la salsedine marina, il vento e le temperature eccessivamente basse.

I maggiori responsabili delle doppie punte però vanno ricercati soprattutto nei trattamenti cosmetici che riguardano i capelli; fra i vari trattamenti che più possono contribuire a minare l'integrità del fusto originando il problema doppie punte vanno senz'altro citati la messa in piega (è il calore del phon il principale indiziato), l'utilizzo della piastra per stirare i capelli o l'uso del ferro per arricciarli nonché l'uso troppo frequente della spazzola, in particolar modo se quest'ultima è troppo dura. 


Esistono in commercio prodotti atti ariparare le microfratture subite dai capelli; solitamente si tratta di prodotti piuttosto costosi fra i cui ingredienti principali si trovano aminoacidi affini alla cheratina, proteine di origine vegetale, minerali (ferro, manganese, rame, zinco ecc.), vitamine ecc. Altri tipi di prodotti sono studiati per evitare i danni che i capelli possono subire da umidità e rotture; si tratta di sostanze di rivestimento che ricostruiscono il film idrolipidico e creano una sorta di guaina lungo tutto il capello (di solito si tratta di sostanze derivate dal silicone, di mucillagini, di polifenoli ecc.).
Questo lo dico a titolo informativo rimarcando che sono solo palliativi per tamponare il problema non certo risolverlo.Rimango contro a tutte quelle sostanze chimiche derivate dal petrolio che a mio avviso servono a poco.

Il mio discorso è volto di più alla prevenzione delle malefiche,vediamo come.

Tagliare.

I capelli andrebbero tagliati spesso ma capisco chi,come me li vuole lunghi quindi basterebbe una volta una tantum in base a come stanno i capelli.Per tagliare intendo spuntare e sottolineo che i tagli sfilzati ammazzano la vostra chioma. 


Lavare

Non lavateli sempre, usate prodotti delicati meglio senza SLES .NON esistono shampoo appositi per il rinforzamento delle punte ,non fatevi fuorviare dalla pubblicità). Controllate che l'acqua non sia troppo calda.

Asciugare

Dopo aver lavato i capelli, non maltrattateli con l'asciugamano ma tamponateli leggermente e con delicatezza.
L'asciugatura con il phon deve essere effettuato regolando l'apparecchio alla temperatura minima o media indirizzando il flusso d'aria alla radice.

Spazzolare

Meglio il pettine di legno a denti larghi.Apettate di averli umidi ma non bagnati prima di pettinarli altrimenti si rovinano perché da bagnati sono più fragili.


Evitare trattamenti aggressivi

In questo includo la permanente, meglio sarebbe evitare ma se proprio non ci riuscite non andate oltre a trepermanenti all'anno. Le sostanze che vengono utilizzate per effettuare tale intervento sono abbastanza aggressive e, al di là dell'interessante risultato estetico, finiscono per indebolire il capello.
No a decapaggi e schiariture.Io lo dico poi so che l'estate porta voglia di biondo ma i capelli se lunghi son belli sani, piuttosto fatevi lo schiarente inglese (vedi post scaricare tinte)o cercate vie naturali con risultati più blandi ma meno distruttivi.

Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo