Lo schiarente inglese

0 Comments

Non sono nata bionda, non sono neppure sicura che mi sarebbe piaciuto esserlo giacchè mi piace cambiare e rimango affascinata maggiormente dalle rosse naturali ed ecco perchè ho lungamente studiato l'hennè per ottenere sfumature naturali.
L'amore per il capello chiaro si risveglia ad ogni sprazzo di sole primaverile e raggiunge il suo apice in estate.Quello che nel tempo è cambiato in me è la consapevolezza che ricorrere a schiariture o decappaggi significa rovinarsi i capelli in modo inesorabile.
C'è sempre una parte di donne che ha capelli bellissimi pur ricorrendo alla chimica ma io,ahimè, non posso annoverarmi tra queste fortunate avendo di natura capelli fragili e delicati.
Sorvolando sui miei drammatici tentativi di ottenere il biondo in modo chimicamente selvaggio tengo in particolare a scrivere un post su come farlo senza distruggere la propria chioma.
Ho sperimentato molto e mi sono lunga,ente documentata sull'argomento quindi un po' autorevole mi ci sento:)

A disposizione abbiamo molte soluzioni ma essendo naturali tendo subito a sottolineare che bisogna armarsi di santapazienza perchè quello che per la chimica è rapido per la natura è più lento benchè gli effetti collaterali siano pressochè nulli nel secondo caso.

Lo schiarente inglese
Non si tratta di un omino di altra nazionalità che poggiando su di voi la bacchetta magica sortirà il desiderato effetto piuttosto di una serie di ingredienti alla portata di tutti che rilasciano periossido di idrogeno ergo acqua ossigenata.
Ad esempio nella lozione shultz  c'è perossido al 3% che corrisponde a 12vol, non a 3.

Innanzitutto, ecco la pagina di Long Hair Community dove se ne parla e trovate anche foto del prima e del dopo di chi l’ha utilizzato che può sempre essere motivante :p
http://forums.longhaircommunity.com/showthread.php?t=148
Io lo dico subito, sesiete castano freddo vi schiarirete verso il biondo freddo, se siete castano ramato di schiarirete verso il biondo ramato.



RICETTA:

Acqua distillata (12 cucchiai)
Miele di acacia (2 cucchiai)
Cardamomo in polvere (1 cucchiaino)
Cannella in polvere (1 cucchiaino)
Olio di oliva (un cucchiaino scarso)
E' necessario un contenitore che sia munito di tappo o coperchio, di modo da poterlo chiudere.

Mettere nel contenitore 12 cucchiai di acqua distillata e 2 di miele.
Aggiungere cardamomo e cannella.
Mescolare.
Aggiungere un cucchiaino scarso di olio di oliva. 
Mescolare.
Far riposare 1 ora a contenitore chiuso per far formare il perossido. 

Applicare sui capelli asciutti.
Mettere la pellicola e anche una cuffia (l'impacco non deve asciugarsi mentre viene tenuto in testa).
Tenere 2 ore.
Lavare.

Questa è la ricetta riportata su Capellidifata.it che vi consiglio di seguite se anelate ad una chioma lunga e naturale.


STAGIONATURA
Il Miele, per essere ricco di perossido, deve essere il più fresco possibile.

CANNELLA E CARDAMOMO
Servono appunto per aggiungere perossido,se non in polvere potete usare gli oli essenziali.

ZENZERO
Lo zenzero si può usare per ottenere riflessi biondi ma è piuttosto blando.

OLIO DI OLIVA EXTRAVERGINE (OPPURE OLIO DI COCCO)
Anche questi servirebbero per aggiungere perossido. Ma di olio ne va messo pochissimo perchè contiene vitamina C e la vitamina C è antagonista del perossido.

NON AGGIUNGERE VITAMINA C
Allo schiarente inglese non va mai aggiunta la vitamina C. Quindi non aggiungere assolutamente limone (pensando di aumentare l'azione schiarente), gel di aloe, tutto ciò che include vitamina C (compresi molti balsami, oli o prodotti cremosi).

NON VARIARE LE PROPORZIONI MIELE/ACQUA DISTILLATA
Altrimenti non si sviluppa il perossido

NON UTILIZZARE ACQUA NORMALE
Altrimenti non si forma il perossido
 
NON UTILIZZARE FONTI DI CALORE
Il calore distrugge il perossido quindi non utilizzate il phon per scaldare mentre tenete in testa lo schiarente inglese o non mettetevi al sole, nella speranze di aumentare l'azione schiarente. 

IMPACCARE CON IL CELLOPHAN E COPRIRE CON LA CUFFIA
Per agire, l’impacco inglese deve rimanere bagnato sul capello ma anche su questo direi che non è fondamentale insistere.


Il miele che utilizzerete può essere di qualunque tipo, non cambia il risultato.

Lo Schiarente Inglese non danneggia il capello perchè rilascia solo 3 volumi.


Cambierebbe qualcosa usando un altro tipo di olio, per esempio un olio di karitè?
Sì, cambierebbe.
Il perossido viene fortemente ridotto dal processo di raffinazione utilizzato per la maggior parte degli oli vegetali. L'olio di oliva extravergine non è esposto a tali processi e quindi il perossido molto più elevato, gli altri oli ne sviluppano circa la metà.
Quindi il migliore in assoluto è l'olio extravergine di oliva, seguito poi dall'olio di cocco.

Dove trovo l'acqua distillata?
Usualmente al supermercato spesso nel reparto detersivi.

Tempi e modi dell'impacco

Innanzitutto necessita tempo, ci vuole un’ora per la formazione del perossido e due ore di posa.
Non è piacevole d’inverno tenerlo sulla testa bagnata per due ore e in più, essendo liquido, cola dappertutto.
Vi consiglio di mettervi un asciugamano intorno al collo per tamponare la colatura.




FOTO PRIMA E DOPO 


PRIMA                             DOPO     

  



Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo