Peeling acido salicilico

0 Comments

Acido salicilico: L’acido salicilico, date le sue spiccate proprietà cheratolitiche, trova un’ottima indicazione in pazienti affetti da forme medio-lievi di acne. 
Viene anche utilizzato con buoni risultati nell’invecchiamento cutaneo precoce, soprattutto in caso di eccessiva esposizione solare. Rispetto ad altri acidi utilizzati per gli stessi scopi l’acido salicilico è più sicuro e privo di effetti collaterali ecco perchè la mia scelta è passata dal mandelico a questo.


Dopo l’applicazione del peeling si avverte un leggero bruciore per una quarantina di secondi dopodiché, una volta evaporata la componente alcolica, non si avverte più alcun fastidio e si deposita sul viso una polvere biancastra
A questo punto si rimuove con acqua, si applica una crema emolliente e il trattamento è finito.
Personalmente creme non le uso quindi ricorro all'olio di jojoba.
 Questo peeling è superficiale ma la sua intensità può aumentare se si eseguono più applicazioni ravvicinate nella stessa seduta (fino a tre). Io vivo del principio della gradualità e di come reagisce la mia pelle.
Talvolta si può ottenere l’effetto desiderato con una sola seduta (soprattutto nel caso delle applicazioni ravvicinate), in altre sono necessarie fino a quattro-cinque sedute ogni tre- quattro settimane.
Al momento ho ordinato un peeling di acido salicilico più acido lattico.
Sarebbe sconsigliato applicarlo nei mesi estivi ma con una buona protezione solare il problema non sussiste.
I trattamenti agli acidi non sarebbero homemade ma la mia ritrosia nei confronti della categoria dermatologi è piuttosto accentuata e considerato che i danni maggiori mi sono stati causati proprio da questa preferisco arrangiarmi,danni non ne ho mai fatti e vivo della convinzione che buon senso e studio della materia siano requisiti fondamentali per ovviare a situazioni spiacevoli.


Post in completamento....

Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo