Scurire i capelli con Katam e Indigo o enfatizzare il castanonascondendo il rosso

0 Comments

Il Katam verso Indigo, per capelli scuri.
Dell'indigo vi ho già parlato nel post dell,hennè ma del Katam ancora no perchè fino ad ora non l'ho ancora sperimentato direttamente.Si tratta di una pianta che cresce in Yemen che  viene usato dalle donne musulmane che vogliono scurire i capelli, dato che nella loro religione non è permesso tingere i capelli di nero, nemmeno con l'indigo.
Il Katam si usa da solo per scurire i capelli, e si comporta come l'Indigo, cioè se aggiunto all'hennè si ottengono toni castani.
Rispetto all'Indigo ha toni più violacei, quindi può essere aggiunto in piccole percentuali all'hennè per ottenere sfumature più violacee o prugna. Miscelato in parti uguali all'hennè vira al castano scuro molto simile come effetto al color cioccolato.
Mi ritrovo a dover nascondere degli orridi riflessi rossi postumi da una tinta semipermanente che doveva scaricare eppure è rimasta lì sui miei capelli.
Il rosso è bello quando è fluo e brillante,sui miei capelli fa davvero schifo così ho fatto un ordine su Aromazone dove tra le altre cose ho inserito anche il kAtam che vi confesso non aver mai provato.
Di mio ho sperimentato indigo e mallo di noce che però scaricano molto e se il primo rilascia un nero blu,il secondo un castano che davvero non prende una cippa.
Intendo aggiungerlo alla cassia (hennè neutro) ossidato con limone per 36 ore e sperare in un castano dorato ma solitamente il katam viene usato o da solo o con hennè o indigo.

L'Indigo viene ricavato dall'arbusto "Indigofera tinctoria" e dona dei riflessi bluastri (ma non vi diventeranno i capelli blu).
Il Katam viene ricavato dall'arbusto "Buxus dioica" e dona leggeri riflessi violacei (ma non vi diventeranno i capelli viola).

Preparazione
Entrambe le erbe per colorare devono essere preparate in un ambiente basico (quindi non acido), per cui per rilasciare bene il colore è preferibile mischiarlo con acqua calda e un po' di bicarbonato anche  se poi ognuno lo prepara in modo differente poichè ogni capello reagisce in modo diverso.Il composto viene applicato subito sulla chioma.
Sottolineo che io per l'indigo usavo sempre un po' di sale per fissare il colore ma forse non era adatto al mio capello perchè stingeva tantissimo e alla lunga ero stufa di ritrovarmi il collo blu poichè come già detto scarica molto mentre il Katam dura molto più tempo.
Esistono delle tinture in commercio abbastanza delicate ma queste erbe hanno qualità che nessuna tinta possiede: donano lucentezza, morbidezza, rinforzano i capelli, aiutano contro la forfora, sono disciplinanti
Solitamente queste erbe si mescolano con l'Henné per ottenere un castano, se utilizziamo Indigo o Katam da soli il risultato potrebbe non essere soddisfacente.
Per ottenere un castano medio si preferisce fare 50% Henné e 50% di Erbette Scurenti.
Se preferite un colore più scuro aumentate la dose delle erbe scurenti, per un castano più mogano aumentate la dose dell'henné  ma queste sono tutte sperimentazioni che vanno fatte nel tempo.

Come detto nel post sull'hennè,queste erbe più vengono tenute in posa e più colorano, il mio consiglio è dormirci su se si riesce a resistere oppure tenerle 6/8 ore.
Poi i capelli sarebbero da coprire con la pellicola trasparente così il colore prende meglio e non si sporca in giro.
Per il riscacquo consiglio un po' di balsamo o semplice acqua da fare accuratamente altrimenti possono rimanere pezzettini che poi provocano prurito tremendo.

Ottenere il neroprofondo con le erbe tintorie non è molto facile ecco perchè molte ragazze fanno la doppia passata.

Primo giorno lawsonia(hennè rosso)
Secondo giorno Indigo o Katam

Per aiutare il colore a diventare più scuro, ci sono delle erbette apposite che possono essere aggiunte e sono: Noce, Guado, Caffé, Sambuco, Campecho, Nagar, Castano, Amla (l'Amla è molto acida quindi è preferibile non utilizzarla insieme a Katam o Indigo).

Personalmente io odio il rosso quindi intendo usare la base di hennè neutro(cassia ossidata) con l'aggiunta di Katam per smorzare il rosso attuale che mi ritrovo sui capelli.


Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo