Saponi per capelli

0 Comments

Esiste una simpatica alternativa al classico shampoo, lo shampoo solido o sapone per capelli.
Non sto parlando del sapone di marsiglia o di quello di aleppo che non andrebbero usati mai sui capelli, anche se una volta si faceva con risultati non proprio accattivanti bensì dei saponi formulati appositamente per i capelli.


Ne ho scoperto l'esistenza anni fa grazie a Lush.
Se devo essere sincera all' ennesima potenza ho sempre scambiato prodotti ma non ho mai comprato Lush perchè i prezzi mi parevano davvero folli e i prodotti che proponevano, erano moderatamente facili da spignattare quindi..

..ho comunque voluto provare uno dei loro shampoo solidi, di quelli in panetto e dal colore un po' smorto  che però mi incuriosiva tanto.

Al tempo ricordo che mi irritò la cute e trovandolo quindi troppo aggressivo lo riciclai per altro.
Fatte le opportune ricerche a posteriori scopro che molti shampoo Luh sono un po' aggressivi così per un po', non trovando valide alternative poichè non sono molti a produrre shampoo solidi ho accantonato la questione.
Il tempo passa e un bel giorno, non so nemmeno io come trovo su ebay una ragazza inglese che vende saponi homemade, leggo l'inci che trovo piuttosto buono e ritento l'acquisto.


Ho apprezzato molto che col pacchetto ci fosse un foglio con le" istruzioni" in allegato.
Perchè se il bio è ina filosofia di vita, pure questi saponi lo sono in quanto lavaggio alternativo.
Composti da un mix di oli vegetali con aggiunta di oli essenziali, necessitano del lavaggio acido, cioè a base di acqua e aceto per una questione di ph.
Il risciacquo all'aceto è da preferire a quello all'acido citrico in quanto l'aceto non si limita ad abbassare il pH e ad asportare i residui di sapone dalla testa, ma è un ottimo lucidante del capello nonché rinforzante, e anche chi non usa saponi naturali per lavare i capelli, per il benessere della capigliatura farebbe bene a includere nelle abitudini del lavaggio un risciacquo all'aceto, quanto meno per contenere gli effetti negativi degli shampoo industriali.
Chi non ama l'odore dell'aceto può ricorrere all'uso dell'acido citrico in soluzione al 10%.
L'acido citrico non ha odore, ma si limita a risistemare il pH del capello e a eliminare i residui di sapone. Non ha effetti benefici sul capello, anzi a me sembra che al contrario dell'aceto tenda a seccarli un po' e ad opacizzarli.

Ebbene io che a volte son pigra non ho fatto il risciacquo come consigliato ma ho trovato comunque i capelli molto puliti anche se" duri".

Nelle spiegazioni c'era scritto che le prime volte i capelli possono risultare non belli e un. Po' stopposi che non è altro che la conseguenza di un. "Liberarsi" del capello dai vecchi residui chimici di shampoo non naturali ma passato il periodo di assestamento ritornano più belli e sani che mai.


Personalmente tengo molto ai capelli, uso un solo shampoo diluito dall'inci abbastanza accettabile e non ricorro a prodotti chimici o altro.E se lo faccio accade una volta ogni sei mesi per qualche mio colpo di testa:)

Ricapitolando

Considerazioni sull'uso del sapone-shampoo
Quando si iniziano ad usare saponi-shampoo dopo aver usato per anni shampoo e balsami commerciali ricchi di siliconi, il risultato iniziale potrebbe risultare un po' deludente. Questo avviene perché il sapone si scontra con le sostanze chimiche di cui è impregnato il capello, al quale occorreranno circa 1 o 2 mesi prima che si ripulisca del tutto dai residui chimici accumulati per anni.
A volte sembra che il capello sia eccessivamente pesante, altre troppo secco, altre ancora un po' unto. Sono tutte possibili reazioni da non attribuire al tipo di sapone-shampoo usato.
Se si è certi di aver fatto un buon sapone, ma non si è soddisfatti dei lavaggi non può essere utile cambiare tipo proprio in questa fase di adattamento.
Trascorso un mese o 2 di preparazione del capello si potrà allora valutare il tipo di shampoo più adatto per se stessi.
Una volta che si è iniziato ad usare saponi-shampoo sconsiglio di continuare con lavaggi misti, eseguiti cioè alternando sapone a shampoo chimici, altrimenti non se ne uscirà più, perché ogni volta che si utilizza uno shampoo industriale (o un balsamo per capelli) si lascia una nuova patina di petrolio sui capelli e il periodo di adattamento si allungherà. Si potrà invece alternare l'uso del sapone a lavaggi con sostanze naturali come polveri e farine di legumighassoul ( che io amo)comunque prodotti naturali privi di tensioattivisequestranticoloranticonservanti ecc..

Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo