Come fare un buon SHERAZADE

0 Comments

Sono amante del rosso ma non si può certo dire che mi doni ma se esiste nella mia vita una realtà assoluta è certamente quella dello Sherazade.


Sicuramente ho accennato alla questione in qualche mio post ma non credo di averci dedicato un articolo tutto suo.
Una delle cose che amo di più dell'hennè, e quindi intendo la lawsonia che rilascia il pigmento rosso, è la sua capacità di rendere il capello più spesso, robusto e brillante.Un aspetto interessante dello Sherazade è che conferisce bei riflessi(si può fare anche con l'indigo o castano) senza impegnarsi troppo nella preparazione e applicazione del pappone.Inoltre grazie al balsamo che è l'elemento cardine dello Sherazade il tutto si applica e sciacqua in pochissimo tempo.

LA PREPARAZIONE




-Balsamo

-Hennè


Potete utilizzare allo scopo anche un balsamo che magari non usate perché non vi piace troppo e per mezza tazza da latte di prodotto potete aggiungere tre cucchiai di henné.
ricordatevi di mescolare bene in modo che il composto sia omogeneo.
Consiglio di applicarlo comunque con i guanti anche se la quantità di erba tintoria è minima per non ritrovarsi poi macchie colorate sulle mani, che comunque scomparirebbero in pochi giorni.

Lo potete tenere un paio di ore , magari coprendolo con una pratica cuffietta da doccia.Io per tenere calda la testa sopra la cuffia ci metto uno di quei pratici turbanti in microfibra che si trovano praticamente dappertutto a pochi euro.

UN CONSIGLIO?

Io uso sempre il balsamo Splend'or che oltre a costare davvero poco ed essere reperibile praticamente ovunque vanta un INCI accettabile ed è profumatissimo nella versione cocco o karitè.

Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo