I rossetti cinesi no transfert. Wish tales

0 Comments

Sì,lo ammetto sono pazza!
Tendo a comprare prodotti bio con certificazioni e consultando l'INCI e poi...poi scivolo nel Made in China.
Se mi seguite saprete bene che amo le cineserie anche se per ora mi ero decentemente,più o meno tenuta sull'abbigliamento e su qualche ridicolo gadget capillifero.
Ma capita che un giorno,in preda a shopping online compulsivo mi ritrovi soggiogata e avvinta da questi:
...inutile dire a mia discolpa che costavano solo 5 euro e che le tinte parevano tanto vivaci che non sono riuscita a resistere.
Ebbene sì, mi confesso colpavole di shopping compulsivo!li ho acquistati su Wish,ho atteso circa un mesetto, i tempi di consegna sono lunghetti e posso dire che effettivamente qualcosa di sorprendente oltre al prezzo c'è stato.
Trattandosi di rossetti/lipstick no transfert vi assicuro che non riuscivo davvero a toglierli più.
Ehm...MAI più!
Li ho applicati sulle labbra e...beh le labbra mi si sono quasi incollate tra loro!
Sembrava il film Brasil nel suo momento di chirurgia estetica da brivido!
Oltre all'odore strano e al sapore poco rassicuranti il fatto di non riuscire quasi ad aprire la bocca mi ha portata a togliermi subito il rossetto e cestinare il tutto.
Conclusione:fatta eccezione per la marca Astra che conosco e ogni tanto acquisto nei negozi cinesi credo che Mai più acquisterò cosmetici Made in China!:/

Valentina Giramondo

Some say he’s half man half fish, others say he’s more of a seventy/thirty split. Either way he’s a fishy bastard.

0 commenti:

Valentina Giramondo